Valutazione stress lavoro-correlato: Indicazioni della Commissione consultiva per la valutazione dello stress lavoro-correlato.

Il d.lgs. n. 81/2008 (art.28 comma 1 e 1bis) prevede che la valutazione dei rischi debba tenere conto anche del rischio da stress lavoro-correlato, dando come termine il 31 Dicembre 2010.
La Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha elaborato, il giorno 17 Novembre, il documento contenete le indicazioni per tale valutazione.
In attesa del documento ufficiale, diamo di seguito le indicazioni principali contenute nel documento.

  • La data del 31 Dicembre 2010 deve essere intesa come data di avvio della attività di valutazione del rischio da stress lavoro-correlato.
  • La valutazione del rischio da stress lavoro-correlato deve essere parte integrante della valutazione dei rischi e il datore di lavoro è tenuto a darne conto nel Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), anche se non emergono elementi di rischio; deve inoltre prevederne un piano di monitoraggio.
  • Tutti i lavoratori devono essere valutati, compresi i dirigenti ed i preposti, prendendo in esame gruppi omogenei di lavoratori che risultino esposti a medesimi rischi.
  • Nelle aziende di maggiori dimensioni è possibile valutare un campione rappresentativo di lavoratori.
  • I datori di lavoro che, alla data della approvazione delle indicazioni metodologiche, abbiano già effettuato la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, non devono ripetere l’indagine ma sono tenuti all’aggiornamento.
  • Metodologia della valutazione: due fasi.

a) Fase necessaria – preliminare, tramite la rilevazione di indicatori oggettivi (infortuni, assenze per malattia, turnover, carichi e ritmi di lavoro, ecc.)

b) Fase eventuale – di approfondimento, qualora la precedente fase rilevi elementi di rischio da stress lavoro-correlato; prevede la valutazione della percezione soggettiva dei lavoratori tramite questionari, focus group, interviste, ecc. (il datore di lavoro di aziende con massimo 5 lavoratori può scegliere di coinvolgere direttamente i lavoratori per esempio tramite riunioni, nella ricerca di soluzioni).