Il documento viene elaborato in ottemperanza a quanto richiesto dal D. Lgs. 81/08 all’art. 202.

Scopo principale del documento è quello di:

  • individuare e valutare preliminarmente i rischi derivanti da esposizione a vibrazioni meccaniche cui sono soggetti i lavoratori;
  • prendere decisioni in merito alle misure di protezione da adottare conseguenti la valutazione;

Il quadro normativo italiano vigente in materia di tutela del lavoratore dai rischi derivanti dall’esposizione alle vibrazioni è riferibile alle seguenti leggi e norme tecniche:

  • D. Lgs. n° 81/08
  • Norma ISO 5349 (inerente al sistema mano – braccio)
  • Norma ISO 2631 (esposizione che interessa tutto il corpo)
  • Banca dati vibrazioni ISPESL

Nell’affrontare la valutazione del rischio vibrazioni, occorre distinguere tra esposizione al sistema mano – braccio ed esposizioni al corpo intero.

L’esposizione a vibrazioni al sistema mano – braccio (Hand Arm Vibration – HAV) è generalmente causata dal contatto delle mani con l’impugnatura di utensili manuali o di macchinari condotti a mano.

L’esposizione a vibrazioni al corpo intero (Whole Body Vibration – WBV) è generalmente causata dalle attività lavorative svolte a bordo di mezzi di trasporto o di movimentazione.

La valutazione si effettua raccogliendo i dati (rapportati a 8 ore lavorative giornaliere) delle accelerazioni relative alle  attrezzature che richiedono il contatto con l’operatore, utilizzate per le normali attività e i tempi di utilizzo delle stesse.

I dati sulle accelerazioni si ricavano attraverso:

  • banche dati INAIL e SIPESL (se reperibili per la marca e il modello utilizzato)
  • dati fornititi dal costruttore (se presenti)
  • rilevazioni strumentali (sia per le vibrazioni mano-braccio sia per le vibrazioni copro intero).

Le rilevazioni strumentali sono indicate per avere una valutazione più precisa e attendibile dei valori di accelerazione o in caso di mancanza di dati di letteratura. Per effettuare una valutazione strumentale viene utilizzato uno strumento, accelerometro, che rileva le accelerazioni attraverso dei trasduttori posizionati alle mani (destra e sinistra) o tra il corpo del conducente ed il piano orizzontale del sedile di guida

I dati raccolti sono poi elaborati mediante formula matematica.

Hai bisogno di altre informazioni ?

captcha Inserisci il codice captcha nel campo sottostante

Ho letto le condizioni della privacy e acconsento al trattamento dei dati personali